Argomenti per categorie

sabato 20 maggio 2017

Seno finto o seno naturale ?


Se devo dire proprio il mio punto di vista il modo migliore per rispondere a questa domanda è sicuramente mettermi nei panni di un uomo. Ora se quando siamo a letto e lui mi tocca il seno questo risulta essere morbido al tatto si pone già un primo dubbio, perché è vero che i seni naturali sono i più morbidi che esistano ma è anche vero che un seno finto ma rifatto bene, con cura e da mani esperte può restituire la stessa percezione tattile di un seno naturale. Quindi diciamo pure che in questi casi non c'è molta differenza e quindi il seno finto prende una nota di merito in più perché a queste condizioni è possibile anche avere un seno più grande e simmetrico.
Detto questo restano molti altri casi da analizzare tra seno finto o seno naturale e che purtroppo rappresentano la maggior parte delle situazioni, ovvero quando il seno al tatto risulta essere troppo duro perché la quantità di massa introdotta all'interno è eccessiva rispetto alla quantità di pelle che può accoglierla. Stesso discorso capita anche quando alla sola vista il risultato è dato da due protuberanze innaturali, sporgenti e che non cadono minimamente verso il basso, anche in questo caso c'è un eccesso di protesi all'interno del seno rispetto alla pelle e allo strato adiposo disponibili.
Oltre a questi esempi di natura estetica, ci sono anche casi di natura tecnica in cui le mani dell' esperto non hanno fatto proprio un buon lavoro. Mi riferisco ad esempio alla presenza più o meno invasiva di cicatrici nell'area sub ascellare, sotto ai seni o intorno all' areola del capezzolo.
Infatti un lavoro di qualità prende in considerazione non soltanto il volume da aumentare ad una paziente ma anche la miglior tecnica possibile da adottare per eseguire un intervento chirurgico cosi delicato. Oggi le cicatrici in linea di massima non si dovrebbero vedere ad occhio nudo, salvo che uno non si metta a fare una crociata alla ricerca della cicatrice perduta.


Insomma con le tecnologie attuali in cui i tempi di lavoro si sono ridotti, in cui l'entità dell'invasività dell'intervento si è dimezzata, in cui i tempi di degenza si sono di gran lunga accorciati è auspicabile pensare che ben presto un seno finto possa superare per aspetto e consistenza anche il seno naturale ma la cosa che non bisogna mai dimenticare è che quando si decide di sottoporsi ad un' operazione estetica al seno denominata mastoplatica è assolutamente necessario rivolgersi a veri esperti del settore e non bisogna mai cercare di contrattare il prezzo finale perché per poche migliaia di euro in meno una persona potrebbe mettere a rischio anche la propria vita.