Argomenti per categorie

mercoledì 16 agosto 2017

Scovare nuovi blog sul web


Ultimamente mi sono dedicata, anzi mi sto dedicando a quello che potrei definire un nuovo hobby da praticare sulla rete web. Si tratta in sostanza di scovare nuovi blog sul web e valorizzarne i contenuti. Non intendo adesso magnificare i classici top blogger che bene o male la rete propone e ai quali è facile accedere digitando qualche semplice combinazione di keywords ma intendo riferirmi ai neo nati, ovvero quei blog che secondo me, magari pure sbagliandomi, potrebbero restituire nel medio lungo periodo qualcosa di significativo al grande pubblico.

Oggi su internet si trova di tutto, questo lo sappiamo tutti, è possibile imbattersi in blog di ottima fattura e dai contenuti interessanti e originalissimi non solo per i termini usati ma proprio per gli argomenti trattati fino ad arrivare a dei veri e propri copia/incolla che google in primis non gradisce. Oggi scovare nuovi blog sul web non è cosa facile se siamo alla ricerca di cose veramente nuove e al tempo stesso originali. Alcuni ci provano e magari sono anche bravi ma poi avranno la forza e le idee di portare avanti il loro progetto ? Ecco alcuni esempi di buona fattura:

https://tatootribali.wordpress.com/
https://culturartemoderna.blogspot.it/
https://brigidinilessi.wordpress.com/

questi sono i classici esempi di cui parlavo, ovvero si tratta di semplici blog in fase embrionale che hanno tutto l'aspetto per poter diventare blog di successo ma per questo genere di obiettivo è necessaria molta abnegazione, continuità agli occhi dei motori di ricerca e soprattutto tantissima originalità di idee. Non è difficile scovare nuovi blog sul web ciò che è veramente difficile è riuscire a scovare nuovi blog che abbiano le capacità di evolversi a favore dei lettori interessati o potenzialmente interessati.

Insomma, non basta l'idea iniziale di voler aprire un blog per renderlo sicuramente di successo, servono le idee originali per riuscire a portarlo avanti nel tempo. Il modo più semplice per alimentare le proprie idee nel momento in cui queste tendono a calare è esattamente quello di ispirarsi a blog concorrenti e di carpire dalla lettura il modo più semplice e originale per creare nuovi argomenti. La lettura di vari blog aiuta a capire quale potrà essere la linea di stesura del propri blog e quali argomenti inserirci dentro. La cosa migliore è sempre quella di diversificare, ovvero trattare di tutto un pò se non abbiamo particolari conoscenze specifiche per addentrarci in solo argomento.
Questo è quanto vi dovevo. Saluti da Sofia.

martedì 18 luglio 2017

Come rimorchiare una donna


Dunque l'argomento è sicuramente attualissimo perché la voglia di figa fresca fa sempre effetto nella psiche maschile. Ebbene, qui di seguito riporterò alcune tecniche utili per rimorchiare una donna per strada o in giro per locali. Non mi spingerò oltre parlando anche dei vari social perché la rete è già piena di Don Giovanni de sta cippa che elargiscono consigli a destra e a manca su come provarci con le ragazze su facebook, su badoo ed altre diavolerie inutili come queste.

Allora, andiamo ad incominciare, se ci troviamo sul marciapiede e stiamo incrociando una donna la prima cosa che potreste dirle non appena vi avvicinate è sicuramente una frase d'effetto come la seguente: lo sai che c'hai due gran meloni grossi e mi ci tufferei dentro con tutto l'uccello !
Dunque, la ragazza o la donna che sia come minimo vi manderà a cagare, oppure si metterà a ridere ma continuerà per la sua strada, allora nel secondo caso le dite pure: lo sai che hai un culo come una portaerei che ci entrerebbe dentro anche un missile cruise !

A questo punto la ragazza allungherà sicuramente il passo e vi manderà in tutta certezza a fare in culo e farà anche bene, perché significa che siete solamente dei maiali maleducati, che non sanno come approcciare una donna. Come potete vedere la tecnica su come rimorchiare una donna può essere efficace ma anche molto contro producente. Nel primo caso andrete anche oltre la semplice conoscenza, nel secondo caso finirete per andare a puttane come solitamente fate.

In alternativa a questo metodo diciamo un pò troppo diretto e volgare, potete buttarla sul romantico, del tipo: mi piacerebbe imburrarle il cavo anale per poi infilarglielo tutto su per il culo. Qui come potete osservare c'è molta più classe di linguaggio, anche se forse ancora un pò troppo audace per chi vuole diventare un autentico Casanova. Del resto il coraggio è l'anticamera della vita. Poco ma sicuro. Se non siete ancora contenti su come rimorchiare una donna allora potete rivolgervi a quei pipparoli che ostentano classe ed esperienza a parole ma che nei fatti si muniscono di vasellina per scivolare meglio la mano sull'asta del loro cazzo.

Insomma ragazzi, se volete rimorchiare davvero una donna cercate sempre e dico sempre di essere voi stessi, trovate un argomento adeguato al contesto in cui vi trovate e usate tanta disinvoltura, come se foste li a fare tutto tranne che a rimorchiare una ragazza, il resto sono solamente pippe.

lunedì 26 giugno 2017

Quali sono i siti per trovare escort con foto vere ?


Ho trovato in rete un articolo molto interessante seppur abbastanza personale che cita i metodi a cui affidarsi per cercare in rete i siti che abbiano un minimo di affidabilità quando pubblicano le foto delle ragazze escort. Infatti per trovare escort con foto vere oggi bisogna fare i salti mortali almeno nella stragrande maggioranza dei casi. Non sempre quando vediamo delle foto patinate su un annuncio di escort quelle foto corrispondono alla realtà dei fatti, anzi spesso è vero il contrario, perciò niente paura, perché se vogliamo davvero beccare la ragazza della foto dobbiamo affidarci ad un metodo infallibile.

Non pensate che esistano bacchette magiche per ottenere questo tipo di risultato, infatti come cita questo interessante articolo https://teatropuccinivespucci.wordpress.com/2017/06/26/i-migliori-canali-per-incontrare-escort-a-pisa-sono-pochi/ sono veramente pochissimi i canali che permettono ad un uomo oggi di poter incontrare donne escort belle e con foto originali. C'è sempre la fregatura dietro l'angolo, c'è sempre un trucco che ci fa intendere lucciole per lanterne. Ma a questo punto non vi resta che immergervi nella lettura di questa fonte per capire che l'unica maniera per ottenere ciò che vogliamo veramente è quella di imporre una domanda precisa ad un mercato che è diventato troppo malleabile e corrotto per essere affidabile e al di sopra di ogni sospetto.

Infatti nell'articolo in questione si fa riferimento a quanto sia molto più importante verificare di persona l'affidabilità delle foto che vengono proposte sui siti di escort piuttosto che affidarsi ad un sito per il solo fatto che è lui a garantirne l'autenticità. Questo infatti può andare bene nel momento in cui ha già dimostrato di essere un sito attendibile ma fino ad allora serve accortezza e orecchie dritte. Allora quali sono i siti per trovare escort con foto vere ? Semplice, quelli che hanno dimostrato tutta la loro coerenza dopo un certo periodo di frequentazione da parte nostra. In pratica se un sito dice che un annuncio ha foto vere e poi le foto sono prelevate da altre fonti è inutile incaponirsi a seguire il medesimo sito perché ha già dimostrato tutta la sua inaffidabilità. E' bene perciò cambiare e puntare verso altri lidi. Quando un sito di escort garantisce quello che dice e lo dimostra con i fatti, allora state pur certi che non prenderete mai più fregature come invece è d' uso fare oggi. Ad maiora.

venerdì 9 giugno 2017

Preliminari per lei. Perché sono importanti ?


Ebbene, oggi parliamo di eros e di sesso, tanto per cambiare. La domanda delle domande è la seguente: ma quanto contano i preliminari per lei e perché sono cosi importanti ?
Molti maschietti se lo saranno chiesto infinite volte e il motivo per cui questa domanda nasce spontanea è perché una donna se non viene presa nel modo giusto e con gli strumenti erotici adeguati si rischia di fare una figura barbina o addirittura si rischia di non combinare niente.

Il sistema di oggi è molto concentrato sull'importanza dell'immagine, oggi infatti l'immagine è tutto, è talmente importante da alludere continuamente al sesso, alla passione, all'erotismo ma sotto sotto è solo apparenza, troppa carne al fuoco si rischia di fare un pessimo arrosto. Se fate caso alle donne ben vestite, carine, curate che passeggiano per i centri città o altrove, hanno un atteggiamento inequivocabile, sembrano che ce l'abbiano soltanto loro. Questo deriva proprio dal messaggio che la nostra società trasmette. Bisogna curare l'immagine e non i rapporti sociali o la capacità di socializzare. Tutto questo si ripercuote naturalmente sulla sfera sessuale degli uomini, i quali trovando davanti a loro dei muri invalicabili preferiscono intraprendere strade meno impervie e rivolgersi alle professioniste del sesso. Il vantaggio di questa scelta ? Semplice, ottenere tutto e subito in cambio di soldi. Ma questa velocità di fornitura del sesso ha creato non pochi problemi a livello sociopatico, infatti gli uomini che sono abituati al sesso istantaneo non sanno più neanche pensare a quanto siano importanti i preliminari per lei. E invece è qui che sorge il problema successivo oggetto di questo topic.

Gli uomini che non riescono più a socializzare con le donne da cui sono attratti, compiono delle ingenuità nei confronti del gentil sesso, sottovalutando l'importanza dei preliminari per lei. I preliminari sono l'anticamera del rapporto perfetto, almeno dal punto di vista sessuale. Pensiamo solamente al modo di porsi e non solo al significato più diretto del termine "preliminare".
Pensate per un istante ad un animale indifeso che è sempre sotto l'occhio di predatori famelici e come si comporterebbe se qualche animale apparentemente famelico come gli altri volesse subito cibarsi di lui. Questo scapperebbe subito come farebbe normalmente.  Ebbene, la donna in base a questo paragone è identica, tende a fuggire perché associa l'atteggiamento invadente e allusivo a qualcosa da cui tenersi a debita distanza.

Ecco perché sono importanti i preliminari per lei, altrimenti saremmo poco più che bestie e probabilmente scoperemmo dietro l' angolo di ogni strada non appena vediamo un paio di gambe sexy o due tette sporgenti. L'importanza dei preliminari per riuscire ad approcciare una donna e portarsela a letto è fondamentale per un uomo. In alternativa resta sempre la soluzione più semplice, cioè andare a prostitute. Fate un pò voi.


domenica 28 maggio 2017

Quanto contano le dimensioni del pene ?


A questa domanda non ho mai saputo dare una risposta condivisibile in senso assoluto poiché molto dipende dall'uso che un uomo fa del suo pene. Una cosa è avere rapporti tradizionali con donne che adorano fare sesso e alle quali non interessa molto le dimensioni del pene ma preferiscono la durata che l'uomo riesce a mantenere insieme al livello di erezione, altra cosa invece è trasgredire con donne o anche con uomini o trans e avere rapporti sessuali anali in cui al contrario le persone passive preferiscono che venga introdotto loro un pene di grandi dimensioni oltre che duraturo nell'erezione e nella resistenza di penetrazione.

Non a caso esistono come oggetto di acquisto i cosiddetti falli di gomma, ovvero dei veri e propri cazzi di plastica di svariate dimensioni il cui scopo è quello di scopare... scusate il gioco di parole. Del resto se qualcuno frequenta le prostitute si sarà reso conto assai spesso che sul loro comodino non mancano mai oggettini di questo tipo la cui grandezza viene generalmente scelta dal cliente o dalla coppia ( uomo-donna ) di clienti che usufruiscono del servizio di una prostituta. In questo caso quanto contano le dimensioni del pene ? Ad occhio e croce direi parecchio, anche se in realtà non si tratta di pene autentico fatto di carne ma di un sex toys la cui fedele riproduzione ha il compito di fare da surrogato al pene vero che in quel momento è assente per motivi di dimensioni.

Io sono una che ha sempre preferito il pene di media dimensione perché adoro il rapporto sessuale vaginale, mi piace godere dal clitoride e dal canale vaginale, il rapporto anale lo faccio di tanto in tanto ma non mi fa letteralmente impazzire. Perciò la mia risposta alla domanda quanto contano le dimensioni del pene è sicuramente poco o pochissimo, certamente i mini dotati non fanno al caso mio, questo si ma un equipaggiamento del piacere normale è più che sufficiente per far godere una donna.


Non è un caso se esistono situazioni in cui certi uomini definiti iper dotati creano non poche difficoltà alle donne per via delle dimensioni inadeguate alla capacità di accoglimento della loro vagina. Alcune scappano a gambe levate, altre piangono letteralmente durante il tentativo di penetrazione. Perciò date retta ad un'esperta come me, il cazzo grosso o meglio quello eccessivamente grosso non è un buon amico di scorribande sessuali a meno che non si prediliga scopare il culo, allora le cose cambiano. Quanto contano le dimensioni del pene ? Se proprio devo darvi una risposta secca, credo che dai venti centimetri in giù fino ad arrivare ai quindi centimetri si possa parlare di pene perfetto, almeno per quel che concerne il rapporto sessuale tradizionale.

mercoledì 24 maggio 2017

Fascino delle ragazze Thailandesi, Cinesi e Giapponesi

Io sono un pò la meno indicata per esprimere un parere sulla bellezza delle donne di origine thailandese, cinese e giapponese ma da donna riesco a cogliere quelle differenze che forse un uomo non vede perché è troppo concentrato a puntare gli occhi su quei due o tre aspetti che interessano solo a lui.
Dunque secondo me è importante precisare subito un concetto, ovvero che per osservare la reale bellezza di una donna di qualunque origine essa sia è necessario osservarla nuda. Infatti troppo spesso la tecnologia fa miracoli soprattutto se viene adeguatamente ottimizzata da indumenti che tirano su le cose che generalmente stanno giù o ingrandiscono le cose che generalmente sono piccole. Un esempio ? Semplice: tette piccole rifatte ad arte e poi alzate con reggiseni appositamente realizzati oppure tette piccole ma ingrandite come per magia da un reggiseno rinforzato e bombato che permette a qualsiasi ragazza ipodotata di mammelle, sembrare una gran vacca da mungere.
Detto questo vorrei entrare nel merito dell'articolo e dire che il fascino delle ragazze thailandesi, cinesi e giapponesi per fortuna non risiede in questi vezzi estetici ma in ben altri aspetti sempre fisici ma unici e quindi non confrontabili con altre etnie.


Le ragazze thailandesi hanno pelle dorata, un'abbronzatura eterna che le rende molto attraenti, il tutto unito a dei visi molto particolari, con bei lineamenti dolci e connotati veramente unici.


Le ragazze cinesi sono per lo più bianche forse un pò tendenti al giallastro se paragonate alle donne occidentali ma sono simili alla porcellana, infatti le bambole cinesi prendono ispirazione proprio da questa peculiarità. Inoltre e tengo ad evidenziarlo le donne cinesi hanno occhi fantastici, mandorlati, tagli di vario genere, a goccia, con la coda dell'occhio rivolta verso l'alto, il tutto accompagnato da nasi minuti e bocche anch'esse minute ma spesso anche carnose.


Le ragazze giapponesi infine sono quelle che si avvicinano un pò ai connotati occidentali. Certo, si fa per dire perché anche loro hanno occhi a mandorla ma decisamente meno tagliati, sono più rotondeggianti, più ovali e sembra che la tendenza culturale che sta maturando in Giappone sia sempre più orientata a somigliare alle donne occidentali. Non poche le giovani ragazze che ricorrono alla blefaroplastica per eliminare le palpebre. Un errore madornale e mio avviso, perché rischiano nel tempo di cancellare una particolare fisionomia che appartiene solamente a loro.
La caratteristica che accomuna le tre razze è sicuramente quella di avere un fisico complessivamente filiforme, con poche curve, non sono donne formose come le ragazze mediterranee e non tengono neanche a voler somigliare a quel genere di canone estetico. Su questo mi trovano d'accordo. Infatti la bellezza è soggettiva e passa anche attraverso corpi esili e naturali come il loro.

sabato 20 maggio 2017

Seno finto o seno naturale ?


Se devo dire proprio il mio punto di vista il modo migliore per rispondere a questa domanda è sicuramente mettermi nei panni di un uomo. Ora se quando siamo a letto e lui mi tocca il seno questo risulta essere morbido al tatto si pone già un primo dubbio, perché è vero che i seni naturali sono i più morbidi che esistano ma è anche vero che un seno finto ma rifatto bene, con cura e da mani esperte può restituire la stessa percezione tattile di un seno naturale. Quindi diciamo pure che in questi casi non c'è molta differenza e quindi il seno finto prende una nota di merito in più perché a queste condizioni è possibile anche avere un seno più grande e simmetrico.
Detto questo restano molti altri casi da analizzare tra seno finto o seno naturale e che purtroppo rappresentano la maggior parte delle situazioni, ovvero quando il seno al tatto risulta essere troppo duro perché la quantità di massa introdotta all'interno è eccessiva rispetto alla quantità di pelle che può accoglierla. Stesso discorso capita anche quando alla sola vista il risultato è dato da due protuberanze innaturali, sporgenti e che non cadono minimamente verso il basso, anche in questo caso c'è un eccesso di protesi all'interno del seno rispetto alla pelle e allo strato adiposo disponibili.
Oltre a questi esempi di natura estetica, ci sono anche casi di natura tecnica in cui le mani dell' esperto non hanno fatto proprio un buon lavoro. Mi riferisco ad esempio alla presenza più o meno invasiva di cicatrici nell'area sub ascellare, sotto ai seni o intorno all' areola del capezzolo.
Infatti un lavoro di qualità prende in considerazione non soltanto il volume da aumentare ad una paziente ma anche la miglior tecnica possibile da adottare per eseguire un intervento chirurgico cosi delicato. Oggi le cicatrici in linea di massima non si dovrebbero vedere ad occhio nudo, salvo che uno non si metta a fare una crociata alla ricerca della cicatrice perduta.


Insomma con le tecnologie attuali in cui i tempi di lavoro si sono ridotti, in cui l'entità dell'invasività dell'intervento si è dimezzata, in cui i tempi di degenza si sono di gran lunga accorciati è auspicabile pensare che ben presto un seno finto possa superare per aspetto e consistenza anche il seno naturale ma la cosa che non bisogna mai dimenticare è che quando si decide di sottoporsi ad un' operazione estetica al seno denominata mastoplatica è assolutamente necessario rivolgersi a veri esperti del settore e non bisogna mai cercare di contrattare il prezzo finale perché per poche migliaia di euro in meno una persona potrebbe mettere a rischio anche la propria vita.